Posted on Lascia un commento

Non Solo Buggy – Gare Truggy, Monster, Short Course e… Tiny Whoops

monster

Il mondo delle competizioni delle Auto Radiocomandate, nel nostro paese, è popolato unicamente da modelli Buggy.

Ma i Buggy sono davvero l’unica categoria degna di nota?

Indubbiamente sono le auto più veloci e performanti. Il loro rapporto peso/potenza, l’assetto molto basso, le dimensioni… Caratteristiche che le rendono estremamente agili e veloci, capaci di un controllo molto preciso anche su tracciati molto tecnici. Se ci spostiamo, però, a considerare il panorama delle competizioni RC nei paesi a noi limitrofi e nel mondo, in genere, possiamo apprezzare una più ampia varietà di categorie e discipline, che, a nostro avviso, rendono questo nostro hobby ancora più interessante e avvincente.

 

Gara del Salame 18/11/2018Oltre alle Gare Buggy troviamo competizioni con Short Course (2WD e 4WD), Truggy (1:10 e 1:8), Rally, Monster (come nelle reali arene di Monster Jam), Oval Racer (auto asimmetriche per circuiti ovali)… senza parlare dei combattimenti tra auto corazzate e altre che nemmeno conosciamo perchè spesso ci capita di scoprirne di sorprendenti. Tutto questo solo per quanto riguarda l’Off Road.

Da anni cerchiamo di promuovere la varietà nelle competizioni delle auto RC e con grande piacere abbiamo ieri apprezzato quanto vissuto nel nuovissimo tracciato Crash Gang Arena a Verona, dove si è svolta un’agguerrita  competizione nelle categorie Truggy e Short Course. 

Truggy

truggy
Truggy

I Truggy sono Auto più grandi rispetto ai Buggy, 560mm di lunghezza per 380mm di larghezza contro i 490X330 dei Buggy. Aumenta anche l’altezza da terra a circa 4cm, un cm in più rispetto ai buggy e montano ruote da 4 pollici, ben più grandi e larghe di quelle di serie sui Buggy.

Queste caratteristiche rendono questi bestioni adatti a terreni veramente Off Road e anche per l’utilizzo non competitivo sono adatte a terreni “normali” con erba e buche, rendendo possibile l’utilizzo anche per del sano bashing senza regole e agonismo. Sono mezzi a nostro avviso più versatili e non meno tecnici e veloci. Rispetto ad un Buggy, la differenza del tempo su un giro di 30 secondi può aggirarsi su un secondo o poco più ma i tracciati per questa categoria hanno solitamente salti molto più alti e un disegno leggermente diverso.

Hanno il pregio di poter correre su piste veramente Off Road, con un fondo di terra non perfettamente liscio e non trattata con caramello ed altre sostanze che la rendono più simile al cemento. Non sono molto diffuse in Italia ma da quest’anno hanno raggiunto un numero tale da consentire alcune competizioni, specie nella zona del veronese.

Short Course

short-course
Short Course

La Categorie degli Short Course, invece, è composta da auto radiocomandate con prestazioni fedeli alla loro scala. Sono modelli estremamente realistici e molto affascinanti da veder girare. Non hanno potenze esagerate anche se le potrebbero gestire. In gara sono limitate all’utilizzo di batterie a 2 celle proprio perchè il loro atteggiamento in pista deve essere il più verosimile possibile. La carena a ruote coperte rende le competizioni molto divertenti anche quando queste auto si trovano a sportellarsi. Possono essere a 4 ruote motrici o ancora più verosimili e tecniche a trazione posteriore.   

Monster e altro ancora…

Come se non bastasse, non paghi di aver contribuito a risollevare queste categorie ben degne di nota, stiamo già pensando di organizzare sul nostro circuito gare per Monster dove il punteggio risulterà da una combinazione di velocità e stile nei salti e nelle evoluzioni e vorremmo attrezzare la pista con gates e bandiere per organizzare gare con microdroni.

Viva il modellismo! 

  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *